Home Generi e specie Coelognathus radiatus (BOIE, 1827)
PDF Stampa E-mail

Coelognathus radiatus (BOIE, 1827)

(ex. Elaphe radiata)

Nome scientifico:
Coelognathus radiatus (Boie, 1827)

Nome comune:
Radiated Ratsnakes, Copperhead Rat Snake, Copper-headed Trinket Snake

Sinonimi:
Coluber radiatus BOIE 1827
Coluber radiatus SCHLEGEL 1837
Coluber quadrifasciatus CANTOR 1839
Tropidonotus quinque CANTOR 1839
Coelognathus radiata FITZINGER 1843
Elaphis radiatus DUMÉRIL 1853
Plagiodon radiata DUMÉRIL 1853
Compsosoma radiatum DUMÉRIL, BIBRON & DUMÉRIL 1854
Elaphis (Compsosoma) radiatum BLEEKER 1857
Spilotes radiatus GÜNTHER 1858
Elaphis radiatus JAN 1863
Coluber radiatus BOULENGER 1894
Coluber (Compsosoma) radiatus MÜLLER 1895
Coluber radiatus WALL 1908
Elaphe radiata BARBOUR 1912
Elaphe radiata POPE 1929
Coelognathus radiatus COCHRAN 1930
Elaphe radiata SMITH 1943
Elaphe radiata SCHULZ 1996
Elaphe radiata MANTHEY & GROSSMANN 1997
Elaphe radiata COX et al. 1998
Elaphe radiata LAZELL et al. 1999
Elaphe radiata CHAN-ARD et al. 1999
Coelognathus radiatus GUMPRECHT 2000
Coelognathus radiatus UTIGER et al. 2002
Elaphe radiata ZIEGLER 2002
Coelognathus radiatus WINCHELL 2003
Coelognathus radiatus GUMPRECHT 2003
Elaphe radiata PAUWELS et al. 2003
Coelognathus radiata ZIEGLER et al. 2007

Area di distribuzione:
Indonesia (Sumatra, Bangka, Borneo/Kalimantan, Java), Malaysia (Malaya and East Malaysia); Borneo, Singapore, Burma (Myanmar), Tailandia (incl. Phuket), Laos, Cambodia, Vietnam, India (Assam, Arunachal Pradesh (Miao - distretto di Changlang, Chessa, Chimpu, Itanagar – distretto Papum Pare), Eastern Ghats, da Uttarakhand a Arunachal Pradesh, in alcune aree di Madhya Pradesh, Chhattisgarh, Orissa, Bengal occidentale e Sikkim), Bangladesh, Nepal, Cina meridionale (Fujian, Yunnan, Guangxi, Guangdong, Hong Kong).

Dimensioni:
Da 100 a 170cm.

Descrizione:
82-108 squame subcaudali.

Note:
Colubride diurno.

Allevamento:
Trattasi di serpente di grandi dimensioni, per il suo genere, e molto attivo, necessita quindi di un ternario sufficientemente grande, dovranno essere presenti all’interno del ternario stesso alcuni rami, in quanto è una specie che predilige arrampicarsi. Il substrato sarà quello comunemente usato anche per altre specie (carta, reptibark, tutolo di mais, ecc.). Una lampada riscaldante in ceramica, collegata tramite un termostato, provvederà a riscaldare il ternario; è necessario creare un gradiente termico, affinché l’animale potrà spostarsi nella zona al momento preferita. Una ciotola per l’acqua andrà posta parzialmente nella zona calda del ternario, affinché si crei anche una umidità del 60-80 %. La temperatura potrà essere contenuta tra i 24 c° e i 30 C°, con uno sbalzo negativo di un paio di gradi durante la notte.

Riproduzione:
Coelognathus radiatus è sessualmente matura dopo i 18 mesi.

Dopo l’accoppiamento, andrà posto nel terrario un contenitore per la deposizione delle uova, che avverrà dopo circa 45 giorni e a 5 giorni dopo la muta.
Il contenitore dovrà essere in materiale plastico con un foro sufficientemente largo per far entrare ed uscire la femmina, andrà riempito per 2/3 con vermiculite, che nebulizzata giornalmente, garantirà l’umidità necessaria.
Dopo che le uova sono state deposte, possono essere trasferite in un altro contenitore, avendo cura di non spostarle dalla posizione originaria. Le uova, di regola 5 o 7, incubate ad una temperatura di 28 C°, schiuderanno dopo circa 65 giorni.

I neonati, che misurano alla nascita circa 25 cm., andranno tenuti separati in piccoli contenitori, con un foglio di carta come substrato ed una piccola ciotola per l’acqua. Dopo la prima muta, si può provare ad offrire in pasto un pinkie neonato e successivamente se ne possono dare anche due a settimana.

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Novembre 2010 12:08