Home Generi e specie Orthriophis taeniurus (COPE, 1861)
PDF Stampa E-mail

Orthriophis taeniurus (COPE, 1861)

(ex. Elaphe taeniura)

taeniura taeniura taeniura friesei taeniura mocquardi taeniura ridley taeniura yunnaniensis

Nome scientifico:
Orthriophis taeniurus (Cope, 1861)

Sottospecie:
Orthriophis taeniurus callicyanous SCHULTZ 2010
Orthriophis taeniurus grabowskyi FISCHER 1885
Orthriophis taeniurus friesei WERNER 1928
Orthriophis taeniurus mocquardi SCHULZ 1996
Orthriophis taeniurus ridleyi BUTLER 1899
Orthriophis taeniurus schmackeri BOETTGER 1895
Orthriophis taeniurus taeniurus COPE 1861
Orthriophis taeniurus yunnanensis ANDERSON 1879

Nome comune:
Beauty Snake (friesei: Taiwan Beauty Snake; schmackeri: Sakishima Beauty Snake).

Sinonimi:
Elaphe taeniurus COPE 1861
Elaphis yunnanensis ANDERSON 1879
Coluber taeniurus BOULENGER 1890
Elaphe taeniurus STEJNEGER 1907
Elaphe taeniura SMITH 1943
Elaphe taeniura SCHULZ 1996
Elaphe taeniura MANTHEY & GROSSMANN 1997
Orthriophis taeniurus UTIGER et al. 2002
Elaphe taeniura ZIEGLER 2002
Elaphe taeniura GRISMER et al. 2007

Elaphe taeniura friesei WERNER 1928
Coluber taeniurus var. friesei WERNER 1926
Elaphe taeniura friesi TIEDEMANN & GRILLITSCH 1999
Orthriophis taeniurus friesi GUMPRECHT 2003

Elaphe taeniura grabowskyi FISCHER 1885
Elaphis grabowskyi FISCHER 1885
Elaphis taeniurus BOULENGER 1887
Coluber taeniurus BOULENGER 1890
Elaphe taeniura BARBOUR 1912
Elaphe taeniura grabowskyi SMITH 1930
Elaphe taeniura grabowskyi TAYLOR 1965
Elaphe taenura [sic] grabowskii MANTHEY & DENZER 1982
Elaphe taeniura grabowskyi MANTHEY 1983
Elaphe taeniura grabowskyi MALKMUS et al. 2002

Elaphe taeniura mocquardi SCHULZ, 1996
Elaphe taeniura mocquardi SWITAK 2006

Elaphe taeniura ridleyi BUTLER 1899
Elaphe taeniura ridleyi COX et al. 1998
Elaphe taeniura ridleyi CHAN-ARD et al. 1999
Orthriophis taeniurus ridleyi GROSSMANN & TILLACK 2004
Orthriophis taeniurus ridleyi GROSSMANN & TILLACK 2005

Elaphe taeniura schmackeri BOETTGER 1895
Coluber schmackeri BOETTGER 1895
Coluber schmackeri BOULENGER 1896
Elaphe schmackeri STEJNEGER 1907

Elaphe taeniura yunnanensis ANDERSON 1879
Elaphe taeniura vaillanti (MOCQUARD) MELL 1931 [1929]
Elaphe taeniura yunnanensis MELL 1931 [1929]
Elaphe taeniura yunnanensis COX et al. 1998
Orthriophis taeniurus yunnanensis GUMPRECHT 2003
Orthriophis taeniurus yunnanensis WHITAKER & CAPTAIN 2004

Area di distribuzione:
Russia (zona a sud di Primorskiy, l'unico esemplare rinvenuto nell'estremo oriente Russo è stato registrato nel 1862), India (Darjeeling, Assam, Bengal, Sikkim, Arunachal Pradesh (Siddi (=Gandhigram) - Changlang district)), Burma, Thailand, Laos, Cambodia, Vietnam, Korea, Myanmar, Malaysia occidentale, Cina (in quasi tutto il territorio, ma mai rinvenuta nella parte nord-orientale e occidentale), Taiwan, Indonesia (Borneo, Sumatra), Japan (arcipelago di Ryukyu)

grabowskyi: Indonesia (Kalimantan, Sumatra, Borneo); Malaysia orientale.

friesei: Taiwan.

mocquardi: Repubblica popolare Cinese (incluso Hainan); Vietnam.

ridleyi: Malaysia (Malaya), Pulau Tioman; Singapore (?); Tailandia meridionale.

schmackeri: Japan (isole Ryukyu).

taeniura: Repubblica Popolare Cinese.

yunnanensis: India; Laos; Myanmar; Repubblica Popolare Cinese; Thailand orientale; Vietnam.

Nel loro habitat le possiamo trovare in una vasta gamma di luoghi dalle foreste alle coltivazioni dell'uomo, dai pressi dei villaggi alle caverne.

Dimensioni:
In media 170-180 cm, spesso, però fino a 220cm.

Le misure variano molto in base alla sottospecie e alla provenienza. Le E. taeniura taeniura insieme alle taeniura yunnanensis sembrano essere le più piccole raggiungendo i 120-130 cm, al contrario le taeinura ridley insieme alle friesi raggiungono dimensioni di tutto rispetto arrivando ai 250-270cm e ai 7-9 cm di diametro.

Descrizione:
...

Note:
Ofide diurno, ma attivo anche di notte

Le E. taeniura sono serpenti non propriamente tranquilli, soprattutto da baby tendono ad essere leggermente aggressivi. Da sottolineare l'eccezionale velocità di questi ofidi che sono veramente fulminei nel mordere come nello sfuggirci di mano, un allevatore di boidi inizialmente avrà qualche difficoltà costatando quanto detto. Come si accennava prima sono serpenti molto attivi sia di giorno che di notte Amano gironzolare per il terrario per esplorarne ogni piccolo anfratto, sta a noi fare in modo che il nostro ospite non trovi una via di fuga infatti un po' come tutto i colubridi sono maestri nelle fughe..

Allevamento:
Per l’allevamento dell’Orthriophis taeniurus è consigliato innanzitutto un terrario di grandi dimensioni; per una coppia adulta dovrebbe essere almeno 160-180 cm. di larghezza, 80cm di profondità ed essendo animali con tendenze arboricole, l’altezza dovrebbe essere almeno intorno a 100-120 cm. . Diversi rami per arrampicarsi e una grossa bacinella d’acqua per potersi immergere non devono mancare.
Il terrario dovrebbe essere riscaldato tra i 25 ed i 30 gradi, con una superficie calda sempre disponibile. Di notte la temperatura dovrebbe scendere di qualche grado, mai comunque sotto i 20-22°C. L'umidità scarsa può essere responsabile di mute imperfette: è bene vaporizzare acqua tiepida nel terrario, quando ci si accorge che è imminente la muta.

O. taeniurus è un serpente con un istinto predatorio molto marcato, e l'alimentazione in cattività non è mai un problema: in terrario si ciba di topi, ratti, fino a conigli di piccola taglia, per gli esemplari sopra i 2 metri (la maggior parte). Per un esemplare adulto, e' sufficiente un pasto ogni 15-20 giorni. Se si ospitano più esemplari nello stesso spazio, è bene controllare a vista.

Riproduzione:
La maturità sessuale viene raggiunta intorno al terzo anno di vita, comunque accoppiando femmine di taglia non troppo inferiore al metro e mezzo. E' consigliabile far precedere alla riproduzione un periodo di letargo leggero, di 6-8 settimane, in cui l'animale venga stabulato ad una temperatura di circa 15-18°C. Le uova (in media 20-24), incubate a 28°C, schiudono in 40-60 gg, ed hanno una percentuale di nascite piuttosto alta. I piccoli misurano circa 40 cm, ed iniziano a cibarsi senza problemi dopo la prima muta.

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Novembre 2010 12:41